Menu Filter

le Tre Caravelle

le Tre Caravelle

Porto San Vitale Ravenna
  • ANNO DI COSTRUZIONE: 0
  • TIPOLOGIA: Altro
  • TIPOLOGIA: Altro
  • STATO DI CONSERVAZIONE: Rovina

Tags: gazprom, industrial, navi, ship

Articolo pubblicato su Ravenna & Dintorni

Battono bandiera maltese ma sono registrate al porto di San Pietroburgo con nomi russi impronunciabili e negli uffici della capitaneria di porto di Ravenna, per comodità, le hanno ribattezzate amichevolmente le tre caravelle. Ufficialmente si chiamano V-NicolaevVomvgazOrenburg Gazprom: tre navi fluviali di fine anni Ottanta, lunghe circa 110 metri, di proprietà di una società riconducibile al colosso russo Gazprom, ferme nelle acque del Candiano dal 2006, ridotte a relitti (una ha già una falla nello scafo). La loro non è l’unica storia di navi abbandonate a Ravenna, spesso per via di debiti dell’armatore o questioni giudiziarie. Poi il tempo passa e non solo non c’è più resa economica sufficiente per rimetterle in mare ma addirittura non sono buone nemmeno come ferro da rottamare.

Le tre caravelle arrivarono ormai undici anni fa da Sebenico con un carico di pietrame calcareo diretto al terminal della Fassa Bortolo. Vennero fermate per una questione di sicurezza: mancava un’abilitazione. Non si sono più mosse perché nel tempo si sono accumulati debiti e sequestri conservativi fino al punto da non essere più appetibili per l’armatore. Per un periodo sono state ormeggiate in darsena di città e dal 2009 sono a ridosso della scarpata della cassa di colmata della penisola Trattaroli. Sono in stallo in un limbo. Il codice della navigazione consente l’intervento dell’autorità per ragioni di sicurezza se c’è intralcio alla navigazione o rischi ambientali: il punto di ormeggio è fuori da ogni transito e prima di essere sistemate lì erano state bonificate. Ormai non sono più appetibili nemmeno da rottamare: i costi delle operazioni sarebbero più alti di quanto ricavabile vendendo il ferro per la fusione.

DATA ESPLORAZIONE: 04/2016

Adriano Zanni

Fotografo ,artista sonoro e field recordist