Menu Filter


In Loco è un museo senza pareti o cancelli, uno spazio di ricerca diffuso che racconta il territorio romagnolo, da Imola a Rimini, rendendo visibili quei luoghi abbandonati privati e pubblici (ville, conventi, colonie marine, edifici industriali, parchi di divertimento, chiese, etc.) per valorizzare e rileggere un patrimonio che rischia altrimenti di essere dimenticato.

La mappatura di questi luoghi, attiva dal 2010, è stata il punto di partenza per tracciare alcuni itinerari di viaggio rivolti a fotografi, architetti, esploratori urbani o, più semplicemente, a tutti coloro che vogliono conoscere la storia e il territorio della Romagna in modo insolito e approfondirne i caratteri nascosti.

L’insieme degli itinerari da vita ad una guida turistica alternativa e in continua evoluzione che rende disponibili speciali contenuti multimediali creati ad hoc, fruibili appunto in loco attraverso l’utilizzo di qr-code posti nelle vicinanze degli spazi.

 

Itinerario artistico, diretto da Patrizia Giambi, che rilegge in chiave contemporanea 8 residui urbani grazie ad opere realizzate ad hoc per il progetto.

→ Guarda le foto della mostra presso l’Asilo Santarelli di Forlì (maggio 2015)!

 

Itinerario, ispirato al documentario omonimo, che rende omaggio ad alcuni tra i più importanti luoghi di lavoro della Forlì del 900.

 

Itinerario che raccorda 8 relitti della riviera romagnola: un viaggio sulla costa attraverso le colonie di stampo razionalista fotografate anche per il progetto Totally Lost.

 

L’itinerario in continua evoluzione che racconta i luoghi più famosi del divertimento estivo in Romagna.

 

La darsena di Ravenna tra mare e archeologia industriale. L’itinerario che rende omaggio agli avamposti storici della produttività ravennate.

 

Un percorso nell’entroterra tra edifici istituzionali, scuole ed opifici eredità del secolo scorso e del razionalismo italiano.