Menu Filter

LINEE DI RIGENERAZIONE

Connettere luoghi, azioni e comunità

LINEE DI RIGENERAZIONE è un percorso di 6 mesi di osservazione, ascolto e scambio tra esperti, artisti e abitanti per co-progettare e costruire micro interventi di rigenerazione urbana diffusi nel centro storico di Forlì che connettano EXATR, l’ex Deposito delle Corriere ora al centro di un progetto di rigenerazione, ai quartieri vicini, abilitando le relazioni tra la comunità e i luoghi della città.  Il progetto vuole rendere contemporaneo l’ex Deposito ATR, luogo produttivo caratterizzato da una forte vocazione pubblica e sociale, e le sue origini, affinché torni ad assolvere quello che era il suo vecchio scopo: connettere spazi, persone e territorio.

LINEE DI RIGENERAZIONE prevede interventi puntuali di rigenerazione urbana nei quartieri limitrofi, il quartiere San Pietro, e quartiere “Musicisti e grandi Italiani”. Gli interventi verranno co-progettati e realizzati con e per la comunità in aree marginali pubbliche o private ad uso pubblico come piazzette, porticati, corridoi, parcheggi, muri e zone interstiziali non utilizzate.

Il progetto a cura di Spazi Indecisi, realizzato in partnership con Città di Ebla e la Coop. Casa del Cuculo e in collaborazione con Azienda ACER, coop.CAD, Università di Bologna e il Comune di Forlì, si è aggiudicato il premio “CREATIVE LIVING LAB II edizione” promosso dalla Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo.


Area di azione

LINEE DI RIGENERAZIONE trova la base operativa all’interno dell’ex Deposito ATR, edificio del ‘35 di archeologia industriale e architettura razionalista, al centro di un processo di rigenerazione urbana gestito da Spazi Indecisi e Città di Ebla che lo stanno trasformando in un centro di sperimentazione artistica e multidisciplinare. 

LINEE DI RIGENERAZIONE opera prevalentemente su due aree:

case popolari ACER, nel Quartiere San Pietro, abitate da famiglie in stato di fragilità sociale ed economica e con un alto tasso di stranieri.  Nel quartiere vivono una popolazione di 4.309 individui e una percentuale di popolazione straniera del 32,7%. La popolazione è prevalentemente giovane, 14% compresa tra 0-14 anni (48,1% straniera), 68% inclusa tra i 15 e i 64 anni (38,1% straniera) e 18% di over 65 (4% straniera).

area ex Orsi-Mangelli, oggi comunemente conosciuta come “I Portici” dal nome dell’omonima galleria commerciale, è nota nell’immaginario collettivo forlivese per essere un luogo vuoto, degradato e poco sicuro.

Obiettivi

> Creare nuovi spazi pubblici, riappropriandosi di aree marginali;

> Attivare la progettazione condivisa della città, stimolando un’osservazione, lettura e riflessione critica del paesaggio urbano;

> Incentivare un processo innovativo di gestione dei beni comuni potenziando la responsabilità e l’impegno diretto dei cittadini e promuovendo l’autorganizzazione dal basso come strumento di presidio e gestione;

> Utilizzare le arti come strumento abilitante per favorire l’integrazione sociale e il dialogo interculturale tra i soggetti che abitano e vivono l’area;

> Rafforzare il processo di rigenerazione urbana di EXATR.

 

Fasi del progetto

0 – PRESENTAZIONE

[17 OTTOBRE |  h 18.00 @EXATR | Via Ugo Bassi 16, Forlì]

Incontro pubblico di presentazione in compagnia di:

– Spazi Indecisi
– Patrizia Di Monte – Architetto ed esperta di rigenerazione urbana
– Andreco – Artista e ingegnere ambientale
– Filippo Venturi – Fotografo documentarista
Claudio Angelini – Direttore artistico di Città di Ebla
Valerio Melandri – Assessore Cultura Comune di Forlì

SCARICA IL PROGRAMMA

MERENDA E PRESENTAZIONE AL QUARTIERE

[7 NOVEMBRE| Dalle 16.00 alle 19.00 @EXATR | Via Ugo Bassi 16, Forlì]
Cosa pensi del tuo quartiere? Lo sai che c’è un progetto che vuole immaginare e costruire insieme a te piccoli interventi per migliorarlo? Vieni in EXATR a raccontarci come lo vorresti!

– Merenda
– Giochi di quartiere
– Postazione per interagire con Linee di rigenerazione
– Presentazione del laboratorio di fotografia a cura di Filippo Venturi

SCARICA IL PROGRAMMA


I – ESPLORAZIONE

Conosci davvero il quartiere intorno ad EXATR?
Una settimana per esplorare, osservare e mappare luoghi ed emozioni.

[sabato 16 NOVEMBRE| dalle ore 15.30 @EXATR | Via Ugo Bassi 16, Forlì]
Passeggiata esplorativa per creare una mappa emozionale della città e assegnare a ogni luogo un’emozione e un colore.

Non riesci a partecipare?
Ti aspettiamo dal 18 al 22 novembre in EXATR dalle 16 alle 19 per consegnarti il “kit esplorativo” e spiegarti la modalità di mappatura.


[sabato 23 NOVEMBRE| dalle ore 15.30 @EXATR | Via Ugo Bassi 16, Forlì]
Una passeggiata patrimoniale per conoscere e scoprire luoghi, persone e storie del nostro quartiere.

SCARICA IL PROGRAMMA

Le giornate saranno documentate da “Look out For lì”, un laboratorio di fotografia a cura di Filippo Venturi che coinvolgerà gli abitanti del quartiere.


II – LABORATORIO DI QUARTIERE

[sabato 14 DICEMBRE | dalle ore 15.30 alle 18.30 @EXATR | Via Ugo Bassi 16, Forlì]

Hai un’idea o un progetto che vorresti realizzare per il tuo quartiere?
Ci incontriamo per progettare insieme proposte e azioni per il futuro dell’area intorno a EXATR (quartiere Portici e area Case Popolari ACER).
Ai laboratori di quartiere sono invitati a partecipare gli abitanti, i volontari di associazioni e realtà organizzate e chiunque abbia interesse a dare il suo contributo alla città.

Partecipano: Patrizia Di Monte e Ignacio Gravalos, architetti esperti in rigenerazione urbana.

SCARICA IL PROGRAMMA


III – PROGETTAZIONE E PRODUZIONE

[FEBBRAIO – MARZO]
Workshop di progettazione e di autocostruzione dei dispositivi di rigenerazione a cura di Patrizia Di Monte.


IV – CONNESSIONE

[MARZO – APRILE]
Workshop di segnaletica urbana per connettere i luoghi rigenerati a cura di Andreco.


V – FESTA DI CHIUSURA

[APRILE]
Inaugurazione Linee di Rigenerazione.

 

——————————————————-

Linee di Rigenerazione
un progetto di: Spazi Indecisi
in partnership con: EXATR, Città di Ebla, Casa del Cuculo
in collaborazione con: Comune di Forlì, ACER, Università di Bologna, CAD.
Intervento promosso e sostenuto dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea e Rigenerazione Urbana del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.