Menu Filter

Discoteca Marabù Si spengono le luci stroboscopiche della notte reggiana

Discoteca Marabù

via Gianbattista Vico, Reggio Emilia
  • ANNO DI COSTRUZIONE: 1977
  • TIPOLOGIA: Discoteca
  • STATO DI CONSERVAZIONE: Abbandonato

La storia del Marabù inizia nel momento d’oro della disco music. Il locale aprì nell’autunno del 1977, per la precisione il 21 ottobre, quando in tutto il mondo impazzavano sonorità che mescolavano funk, soul e pop e i locali da ballo spuntavano ovunque. Nello stesso anno apriva il mitico Studio 54 a New York e al cinema veniva proiettato “La febbre del sabato sera”. Erano tempi in cui le discoteche erano piene e quasi sempre aperte: quella di Cella chiudeva un solo giorno a settimana e alla domenica si entrava sia al pomeriggio che alla sera.

Nel 2000 le luci stroboscopiche del Marabù vengono spente e viene ammainata la grande insegna luminosa che per oltre 20 anni era stata un faro per gli amanti del ballo. La leggenda del locale di Cella continua a vivere nei ricordi delle migliaia di persone che vi hanno passato tante serate all’interno.

Fonte Gazzetta di Reggio 

 

DATA ESPLORAZIONE: 08/2015